Logo azienda Ulss 12 veneziana
home > screening > FAQ screening
 

FAQ screening

 
Perché aderire ad un Programma di Screening Oncologico organizzato, anziché eseguire una prevenzione spontanea, guidata dal proprio medico di fiducia?

Perché lo screening non è “un semplice test” ma un complesso percorso organizzato per la prevenzione tumorale, in cui si incontrano diverse figure professionali che si confrontano tra loro e con gli utenti,  controllano le varie tappe e le migliorano continuamente; in questo percorso, gratuito, la persona viene invitata , accolta e se necessario inviata in tempi brevi agli approfondimenti diagnostici, fino agli eventuali trattamenti terapeutici. I richiami vengono fatti secondo i tempi raccomandati dalle società scientifiche nazionali e internazionali di riferimento e ogni persona è seguita nel tempo e ha un punto chiaro di riferimento cui rivolgersi. Tutte le informazioni sanitarie e i risultati delle indagini vengono archiviate e conservate in un sofisticato sistema informatico e, nel rispetto della privacy, vengono trasmesse a soli  fini statistici ed epidemiologici, al Registro Tumori del Veneto.
 
 vai a inizio pagina

FAQ screening colon retto


Cos’ è il cancro del colon retto (CCR)?
E’ un tumore che colpisce l’ ultima parte dell’ intestino, cioè il colon ed il retto, detto anche grosso intestino
 
Come si forma il CCR?
Inizia con piccole formazioni benigne, chiamate  polipi, che si sviluppano nell’ intestino
 
Tutti i polipi si possono trasformare in tumore?
No, solo una piccola parte di quelli con particolari caratteristiche che si possono individuare con l’esame istologico dopo che sono stati asportati mediante una colonscopia
 
E’ un tumore molto frequente?
Si, è il secondo per frequenza dopo quello del polmone negli uomini e quello della mammella nelle donne
 
Si può intervenire prima che i polipi si trasformino in cancro?
Si proprio con l’ asportazione dei polipi, quasi sempre grazie ad un intervento endoscopico ambulatoriale
 
A quale età comincia a manifestarsi?
Alcuni tumori possono comparire anche in età giovane, soprattutto se vi è una familiarità, ma il rischio più grande comincia dopo i 50 anni
 
Se ho già questo tumore, che possibilità ho di guarire?
Se il tumore viene diagnosticato in fase precoce, le possibilità di guarigione sono elevatissime
 
In che cosa consiste il test del sangue occulto nelle feci?
Si esegue strisciando od immergendo nelle feci la punta una apposita bacchettina contenuta in una provetta che poi verrà inviata in laboratorio per la ricerca della presenza di sangue non visibile ad occhio nudo
 
Quando devo cominciare ad eseguire questo esame?
In generale è opportuno cominciare a 50 anni sia per gli uomini che per le donne
 
Ogni quanto tempo va ripetuto?
Ogni 2 anni.
 
Come saprò il risultato del test?
Se l’ esame è negativo, come accade in più del 90% dei casi, Le sarà inviata a casa una lettera di risposta con la quale  si segnala la negatività. Dopo due anni sarà nuovamente chiamato ad eseguire il test con un nuovo invito
 
Cosa vuol dire quando il test del sangue occulto è positivo?
Il più delle volte ciò non significa che ci sia un tumore. La positività può essere dovuta a molte cause, anche banali ( uso di farmaci, presenza di emorroidi , ecc.) che producono la presenza di tracce di sangue nelle feci
 
Cosa succede se il test per il sangue occulto è positivo?
Un operatore sanitario la chiamerà telefonicamente al numero che Lei avrà scritto sull’  etichetta all’interno della bustina della provetta; l’operatore sanitario  Le comunicherà la positività e concorderà con Lei un appuntamento per un colloquio diretto con un medico del servizio Screening
In assenza di esami precedenti, quasi  sempre è indicato eseguire un esame endoscopico chiamato “pancolonscopia”. Si tratta di un esame eseguito con uno strumento flessibile (colonscopio) con il quale è possibile risalire l’intestino e visualizzare tutta la parete del colon per verificare l’eventuale presenza di lesioni o di polipi
 
Cosa  succede in questo colloquio  preparatorio con il medico dello screening ? Si tratta di una visita?
No, non è una visita, è un colloquio (dura circa 30-40 minuti) in cui il medico  potrà rispondere alle sue domande e valutare le sue condizioni generali di salute per stabilire se vi siano controindicazioni all’esecuzione della colonscopia. Le fisserà quindi un appuntamento per la colonscopia c/o gli ospedali di Mestre o Venezia e Le fornirà poi tutte le indicazioni per effettuare  al meglio la pulizia dell’intestino prima della colonscopia
 
La pancolonscopia è dolorosa?
Per una parte dei pazienti ( meno di un terzo) può provocare del dolore ma in questo caso può essere eseguita con diverse modalità di sedazione che permettono di eseguire l’ esame eliminando o riducendo fortemente il dolore
 
Se durante la colonscopia venisse riscontrato un polipo?
Verrà asportato durante la colonscopia e inviato per l’accertamento istologico.
Successivamente, in base alla valutazione del gastroenterologo, Le verrà inviata una lettera con la documentazione e il consiglio per i controlli successivi
 
Che cosa devo pagare per eseguire il sangue occulto ed eventualmente la colonscopia se risulta positivo?
Nulla, nell’ ambito dello screening questi esami sono completamente gratuiti, senza quindi nemmeno il pagamento di un ticket

Come devo fare per partecipare allo screening?
Attenda che Le arrivi per posta un invito. Con l’ invito ricevuto si rechi presso il Distretto Sanitario, o altra struttura Sanitaria indicata nella lettera, dove Le verrà consegnata  una bustina con la provetta e le istruzioni. Eseguito l’ esame a casa sua, riconsegni nel giorno indicato nell’invito,  la provetta con il campione di feci.  Se l’invito non arriva non significa che Lei sia escluso dallo screening: la programmazione procede per zone geografiche. Può comunque prendere contatto con  la segreteria per avere informazioni. La Segreteria risponde ai numeri 041-260.8481 e 041-260.7120 dal lunedì al giovedì, dalle 9.00 alle 12.30 e il mercoledì anche dalle 14.30 alle 16.30. Può anche inviare un fax al numero 041 2608611 o mandare una mail a: screening.prev@aulss3.veneto.it

A chi sarà inviato l’ invito?
A tutti gli uomini e le donne tra i 50 ed i 69 anni di età assistiti dalla nostra Ulss

Per altre informazioni circa lo screening del tumore del colon retto, cliccare qui “Le 100 domande sullo screening del colon retto” (documento GISCoR)
 vai a inizio pagina

FAQ screening cervice uterina 

 

Le 100 domande sull’HPV” (documento GISCi aggiornato a maggio 2015).

 

 vai a inizio pagina

FAQ screening mammografico


Perché fare la mammografia?
Perché il carcinoma della mammella è il tumore più frequente fra le donne, in termini di comparsa di nuovi casi e di mortalità. La probabilità di ammalarsi aumenta progressivamente con l’età e, visto il continuo invecchiamento della popolazione italiana, l’incidenza è in aumento
Negli anni Novanta però, i tassi di mortalità in Italia per tumore della mammella, aggiustati per età sono diminuiti di circa il 20%, anche grazie alla diagnosi precoce
 
A chi è rivolto il programma di screening?
E’ rivolto a tutte le donne apparentemente sane e prive di alcun sintomo, che possono presentare o meno fattori di rischio familiare per il tumore alla mammella
La fascia d’età cui si rivolge lo screening nella nostra ULSS, è quello delle donne da 50 a 74 anni
La mammografia deve essere eseguita ogni 2 anni, salvo diverse e specifiche indicazioni cliniche
 
Dove si esegue la mammografia?
Dopo la positiva esperienza con il Mezzo Mobile, che ci ha consentito di avviare il programma di screening nella nostra Ulss e di portarlo anche nelle zone più lontane dalle strutture ospedaliere, dal 2012 lo Screening mammografico si effettua  negli  ambulatori senologici di primo livello: presso il Distretto Sanitario in via Cappuccina a Mestre,  presso il Distretto Sanitario ex ospedale G.B. Giustinian, presso il Reparto di Radiologia Ospedale SS. Giovanni e Paolo a Venezia e Distretto Lido - Monoblocco - Piazzalre Ravà.
L’ invito è spedito  tramite lettera, il contatto con la segreteria avviene telefonicamente o via mail. Gli eventuali controlli specialistici di approfondimento in caso di mammografia positiva, sono effettuati presso le sedi ospedaliere di Mestre e Venezia; in questo caso la paziente viene contattata telefonicamente da personale sanitario.
 
 
Come si esegue la mammografia?
L'esame si esegue appoggiando le mammelle una per volta su di un piano, dove vengono leggermente compresse e radiografate in senso orizzontale e in senso verticale (2 proiezioni). L’esame di solito non è doloroso e non è associato ad alcun rischio per la salute, dato che le dosi di radiazioni emesse sono molto basse
La mammografia è eseguita da un Tecnico di radiologia e l’immagine successivamente viene valutata da due medici specialisti radiologi: i risultati tornano alla centrale di screening.
In caso di mammografia negativa, viene inviata una lettera a domicilio, con il risultato dell’esame e il consiglio di ripetere il test dopo due anni
 
 
Ogni quanto fare la mammografia?
L’intervallo ottimale consigliato tra una mammografia negativa e la successiva è di 2 anni. Se durante l’intervallo di screening dovessero comparire disturbi, oppure si dovesse percepire all’autopalpazione del seno una nodularità diversa dal solito, è opportuno non attendere la scadenza screening, ma recarsi dal proprio medico di fiducia e richiedere una visita specialistica entro breve tempo
 
Se l'esame risulta positivo, cosa devo fare?
Sarà contattata telefonicamente da un operatore sanitario che le fisserà un appuntamento per una ecografia presso i reparti  di Radiologia degli Ospedali di Mestre o Venezia
Nel caso fosse necessario, potranno essere prescritti ulteriori indagini (agobiopsia, RMN; Mammotone, ) ed anche una visita senologica nella Breast Unit degli Ospedali di Mestre e Venezia, concordando con la paziente i successivi controlli
 
Se il mio esame e' positivo, vuol dire che ho qualcosa di brutto?
No, molti seni, specialmente in donne giovani, hanno una conformazione tale da non essere pienamente visibili alla sola mammografia e necessitano quindi di un controllo ecografico aggiuntivo
 
La mammografia è efficace, allora posso stare tranquilla?
Sì, la mammografia è un esame efficace, ma da sola può non bastare. Nell’intervallo tra una mammografia di screening e la successiva è necessario eseguire periodicamente un’autopalpazione del proprio seno e soprattutto prestare attenzione a piccoli segnali: fuoriuscita di sangue o secrezioni dal capezzolo, presenza di nodularità, “infossamenti” della cute, cambiamenti non simmetrici di forma e volume dei seni. In questo caso è opportuno non attendere la scadenza prestabilita per la successiva mammografia, ma recarsi dal proprio medico di fiducia per un controllo specialistico
 
Vorrei spostare l’appuntamento già fissato, cosa devo fare?
Può telefonare al call center della segreteria screening, o comunicare la sua indisponibilità via mail o fax, e prendere  un altro appuntamento. La Segreteria risponde ai numeri 041-260.8481 e 041-260.7120 dal lunedì al giovedì, dalle 9.00 alle 12.30 e il mercoledì anche dalle 14.30 alle 16.30. Fax numero 041 2608611, mail : screening.prev@aulss3.veneto.it
 
Se non ho ricevuto l’invito?
Contatti la Segreteria Screening che verificherà i dati in archivio. Se ha effettuato una mammografia al di fuori del programma di screening negli ultimi 2 anni, ne  viene registrata la data. Lo screening prevede un richiamo ogni 2 anni dall’ultima mammografia ovunque eseguita e quindi sarà invitata con lettera.
 
Se sono in gravidanza posso fare la mammografia?
La mammografia dovrà essere posticipata a dopo il parto
 
Se sono in allattamento?
Si può eseguire la mammografia ugualmente
 
E' veramente tutto gratuito?
Si, la mammografia è gratuita e così pure gli eventuali accertamenti fino alla diagnosi
 
Quanto tempo passa per avere la risposta?
In caso di mammografia negativa riceverà a casa una lettera con l’esito, in questo caso potrà attendere anche 40-45 giorni. In caso di mammografia positiva sarà contattata telefonicamente da un nostro operatore sanitario, che le fisserà un appuntamento per l’approfondimento ecografico

 vai a inizio pagina

 

 

Pagina aggiornata lunedì 26 giugno 2017
X Questo è il sito dell'Azienda Ulss 12 Veneziana Dal 1 gennaio 2017, in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, Ulss 12 Veneziana, Ulss 13 Mirano e Ulss 14 Chioggia sono unite nella nuova Azienda Ulss 3 Serenissima.
I siti delle tre "vecchie" Ulss sono ancora attivi come archivio, ma le informazioni sui servizi dell'Ulss 3 Serenissima sono aggiornate sul nuovo sito aziendale.

Vai al sito dell'Azienda Ulss 3 Serenissima