Logo azienda Ulss 12 veneziana
home > news > La nuova PET-CT dell'Angelo: un gioiello di strumentazione diagnostica
ultime notizie
ultime notizie
041 2607111 centralino
041 2607870 fax
via Don Federico Tosatto 147
30174 Venezia Mestre
azienda.sanitaria@ulss12.ve.it
www.ulss12.ve.it
  • foto

La nuova PET-CT dell'Angelo: un gioiello di strumentazione diagnostica

 

(14.02.17) E’ in funzione da oggi all’Ospedale di Mestre, presentata dal Presidente delle Regione Veneto, Luca Zaia, la nuova PET-CT: è in questo modo a disposizione dei medici e degli utenti all’Angelo un altro strumento di ultimissima generazione. 
La PET-CT è una delle strumentazioni diagnostiche più importanti e innovative della pratica ospedaliera. La sigla sta per ‘Positron Emission Tomography - Computed Tomography’. La ‘Tomografia ad Emissione di Positroni’ è uno strumento per la diagnosi dei tumori primitivi e delle metastasi. 
La diagnosi attraverso l’utilizzo della PET-CT è particolarmente complessa. Viene infatti iniettato preventivamente al paziente un apposito farmaco “tracciante” che, attraverso il sistema venoso, va a concentrarsi nelle cellule tumorali, che lo inglobano con maggior rapidità rispetto alle altre. Questo glucosio radioattivo, quindi, si ferma proprio là dove si sta sviluppando la neoplasia, consentendo alla PET-CT di individuarlo, segnalando così contemporaneamente anche il tumore.
La strumentazione inaugurata all’Ospedale dell’Angelo a Mestre è l’ultimo prodotto di General Electric – primo esemplare di questo modello ad essere installato in Italia – ed è stata acquistata e installata dall’Ulss 3 Serenissima con una spesa di 1.733.201 euro da proventi di alienazioni. 
In attesa della nuova PET-CT la vecchia strumentazione che operava all’Ospedale di Mestre è stata smantellata. I locali, liberati, sono stati per l’occasione ristrutturati e preparati adeguatamente ad accogliere il nuovo strumento.
Nelle settimane necessarie per il passaggio alla nuova PET-CT, all’Ospedale dell’Angelo ha operato una PET-CT mobile, installata su uno speciale mezzo mobile collocato in fianco all’Unità Operativa di Medicina Nucleare, e adeguatamente collegata al Reparto perché vi potessero accedere attraverso un percorso coperto anche gli utenti barellati. Gli esami programmati e gli eventuali esami urgenti sono stati quindi effettuati senza soluzione di continuità in attesa dell’arrivo e della messa in funzione della nuova PET-CT che colloca l’Ospedale di Mestre, anche in questo settore della diagnostica, ai massimi livelli possibili.

 

LA MEDICINA NUCLEARE DELL’ULSS 3 SERENISSIMA
L’Unità Operativa di Medicina Nucleare dell’Ulss 3 Serenissima, diretta dal dottor Michele Sicolo, afferisce del Dipartimento Oncologico aziendale. 
L’organico della Medicina Nucleare è costituito da 1 Primario, 5 Medici Nucleari, 1 Medico Specialista, 1 Capotecnico, 11 tecnici, 6 infermieri, 2 Operatori socio-sanitari e 3 amministrativi suddivisi sulle due sedi Ospedaliere di Mestre e Venezia.
Presso l’Ospedale di Mestre ha sede la Direzione della Unità Operativa di Medicina Nucleare con 1 direttore, 3 medici nucleari ed un medico specialista che svolge attività ecografica, mentre presso la sede di Venezia lavorano 2 medici nucleari.
La sezione di Medicina Nucleare di Venezia svolge attività di medicina nucleare in vivo, esami di densitometria ossea e ambulatorio specialistico di metabolismo dell’osso.

ATTIVITA’ SVOLTA PRESSO LA SEDE DI MESTRE

Diagnostica di Medicina nucleare in vivo
Le due diagnostiche di Medicina Nucleare in vivo svolgono circa 6000 esami l’anno come scintigrafie ossee, miocardiche, cerebrali. Viene inoltre eseguita la ricerca scintigrafica del linfonodo sentinella delle pazienti operate di tumore al seno presso gli ospedali di Mestre, Mirano-Dolo, Chioggia, San Donà e Monastier.
Diagnostica PET - Tomografia ad Emissione di Positroni
La diagnostica PET svolge esami per i pazienti prevalentemente oncologici che afferiscono dalle oncologie di Mestre-Venezia, Mirano, Chioggia e San Donà per poco più di 2000 esami all’anno. Con una convenzione del 2016 il radiofarmaco che viene iniettato nei pazienti per l’esame PET arriva quotidianamente dalla Radiofarmacia di Negrar. Con DGR 1737 del 2/11/2016 “Definizione del modello organizzativo per la produzione e la fornitura del radiofarmaco 18F-Fluoro-Desossi-Glucosio…” il dottor Michele Sicolo, Direttore della Medicina Nucleare è stato nominato coordinatore delle attività finalizzate a quanto disposto con il presente atto, al fine di garantire uniformità ed omogeneità nell'applicazione del sistema.
Ambulatorio per terapia medico nucleare del tumore della tiroide
Dal 2005 la Medicina Nucleare segue settimanalmente un ambulatorio per i pazienti operati di tumore della tiroide che devono essere sottoposti a terapia medico nucleare con radioiodio o già trattati. Ad oggi sono circa 350 i pazienti che afferiscono a tale ambulatorio.
Terapia radiometabolica del cr della tiroide
La Medicina Nucleare effettua la terapia radio metabolica con radioiodio dei pazienti sottoposti ad asportazione della tiroide per tumore tiroideo che necessitino di tale completamento terapeutico post chirurgico. Tale terapia avviene in regime di ricovero presso i letti protetti della Unità Operativa di Radioterapia.
Ambulatorio per terapia medico nucleare ipertiroidismo
Da circa vent’anni presso la Medicina Nucleare è attivo un ambulatorio per la valutazione dei pazienti ipertiroidei da sottoporre a terapia radio metabolica con radioiodio. Una volta che il paziente viene arruolato per tale terapia in regime ambulatoriale viene trattato e seguito nel medesimo ambulatorio per almeno sei mesi, fino alla soluzione della patologia.
Ambulatori di ecografia 
Nei due ambulatori di ecografia vengono eseguite annualmente 9000 prestazioni per pazienti prevalentemente oncologici. Di queste almeno 700 sono biopsie, prevalentemente tiroidee. Principalmente l’ambulatorio collabora direttamente con le Unità Operative del Dipartimento oncologico e con l’Unità Operativa di Otorinolaringoiatria per quanto riguarda la chirurgia della tiroide.
Ambulatorio di Densitometria Ossea
Quotidianamente vengono eseguiti 15 esami di densitometria ossea.
Litotrissia dei calcoli renali
In collaborazione con la Unità Operativa di Urologia i Tecnici sanitari di radiologia medica della Medicina Nucleare svolgono attività di litotrissia dei calcoli renali. Gli stessi TSRM per conto della Medicina Nucleare svolgono invece due giorni alla settimana la terapia del dolore muscolare-articolare con le onde d’urto.
Ambulatorio per visite osteoporosi
Al mercoledì è attivo un ambulatorio per pazienti con osteoporosi.
 

X Questo è il sito dell'Azienda Ulss 12 Veneziana Dal 1 gennaio 2017, in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, Ulss 12 Veneziana, Ulss 13 Mirano e Ulss 14 Chioggia sono unite nella nuova Azienda Ulss 3 Serenissima.
I siti delle tre "vecchie" Ulss sono ancora attivi come archivio, ma le informazioni sui servizi dell'Ulss 3 Serenissima sono aggiornate sul nuovo sito aziendale.

Vai al sito dell'Azienda Ulss 3 Serenissima