Logo azienda Ulss 12 veneziana
home > news > Errori in sanitā, prevenirli, gestirli, ridurli: un convegno al Rama
ultime notizie
ultime notizie
041 2607111 centralino
041 2607870 fax
via Don Federico Tosatto 147
30174 Venezia Mestre
azienda.sanitaria@ulss12.ve.it
www.ulss12.ve.it
  • foto

Errori in sanità, prevenirli, gestirli, ridurli: un convegno al Rama


 
(24.01.17) Un pilota di aereo e un allenatore di basket: anche queste figure, nella cui attività la prevenzione dell’errore è fondamentale, porteranno il loro contributo al convegno “Sicurezza ed errore in medicina” che l’Ulss 3 Serenissima organizza sabato 28 gennaio al Padiglione Rama a Mestre. 
“L’errore fa parte della natura umana – spiega il responsabile scientifico, il dottor Fulvio Di Tonno, urologo dell’Angelo – ed è pertanto impensabile che non si verifichi mai. Come professionisti della sanità ci incontriamo al Rama per studiare insieme il modo di rendere più sicure le cure. L’obiettivo vero deve essere quello di ridurre l’incidenza dell’errore, di renderlo meno probabile, così da fornire un servizio sempre più sicuro ai nostri pazienti: studiare come riuscirci, riducendo gli eventi avversi in medicina, è il nostro obiettivo prioritario, e ci aiuta l’esperienza di persone che, in altre professioni, fanno della prevenzione dell’errore un aspetto fondamentale”. Per questo l’Ulss 3 Serenissima ha invitato a partecipare ai lavori del convegno l’allenatore della Reyer, Walter De Raffaele, ed il pilota di aereo Giovanni Favero. E di nuovo porterà il suo contributo di esperienza e saggezza il Procuratore della Repubblica Carlo Nordio. 
“L’errore pari a zero non esiste in natura. Prevenire l’errore, imparare da esso, ridurne la percentuale, gestirlo quando avviene: in una parola, rendere la medicina più sicura per i nostri pazienti. Se con le nostre iniziative sul tema avremo evitato anche un solo problema in futuro – commenta il Direttore Generale dell’Ulss 3 Serenissima Giuseppe Dal Ben – avremo ottenuto il nostro scopo”. 
 
Il Convegno non è un evento che si esaurisce in se stesso: è anzi il quarto organizzato sul tema dal Dipartimento Chirurgico dell’Ospedale dell’Angelo, diretto dal dottor Maurizio Rizzo, e dalla Scuola di Formazione e Ricerca in Sanità, diretta dalla dottoressa Cristina Potì. 
“Al di fuori di ogni retorica – spiega il dottor Rizzo – l’interesse del paziente è e deve essere la stella polare cui devono a fare riferimento tutti gli operatori sanitari”. Talvolta, in medicina, le cose possono finire male anche senza che siano stati commessi errori; in ogni caso, tutte le statistiche pubblicate dalla letteratura internazionale più autorevole sostengono che un’alta percentuale degli eventi avversi in medicina è prevenibile. In tutto il mondo le responsabilità non sono tanto del singolo (anche se ovviamente questo può succedere) ma si annidano in problematiche organizzative che possono, e devono, essere migliorate. Il problema non riguarda dunque solo i medici, ma tutti gi operatori sanitari, e non a caso fanno parte del comitato organizzatore del Convegno anche le infermiere, Cristina Nardi e Marta Pannetto. Importante sarà inoltre il contributo alla discussione offerto da un rappresentante delle associazioni dei pazienti, Bruno Malaguti. 
 
Il Convegno – che ha un titolo significativo “Sicurezza ed errore in medicina (…perseverare diabolicum)” – si terrà al Padiglione Rama, a Mestre, sabato 28 gennaio, dalle ore 9.00. Ha il patrocinio dell’Ordine dei Medici e del Collegio IPASVI di Venezia, che interverranno con i rispettivi presidenti Giovanni Leoni e Luigino Schiavon; interverrà anche la vice-presidente nazionale del Coordinamento Associazioni Professioni Sanitarie, Tiziana Rossetto, in rappresentanza di tutte quelle importanti figure professionali tecniche che non sono né medici né infermieri.
E’ prevista la partecipazione di altri prestigiosi relatori, tra cui Paolo D’Agostino, docente di Diritto Penale alla Università di Torino, l’avvocato Giuseppe Sacco, Segretario dell’Ordine degli Avvocati di Venezia, ed Maurizio Scassola, Vicepresidente nazionale dell’Ordine dei Medici.
 

X Questo è il sito dell'Azienda Ulss 12 Veneziana Dal 1 gennaio 2017, in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, Ulss 12 Veneziana, Ulss 13 Mirano e Ulss 14 Chioggia sono unite nella nuova Azienda Ulss 3 Serenissima.
I siti delle tre "vecchie" Ulss sono ancora attivi come archivio, ma le informazioni sui servizi dell'Ulss 3 Serenissima sono aggiornate sul nuovo sito aziendale.

Vai al sito dell'Azienda Ulss 3 Serenissima